Benvenuti nel mio paese

Escola Primaria Agostinho Neto

Mozambico

Download pdf

SLIDE 1

slide 1

Sono rappresentate la cartina del Mozambico, con i paesi limitrofi e quelli confinanti, e la mappa della regione Centro e della Provincia di Sofala, dove è situata la città di Beira, che ospita la Scuola Primaria Completa Agostinho Neto, patrono della classe che ha realizzato questo lavoro.

SLIDE 2

slide 2

In questa immagine è raffigurata la bandiera del Mozambico, con i suoi colori e i rispettivi significati.

SLIDE 3

slide 3

Rappresenta la gioia e i festeggiamenti del popolo mozambicano nel giorno dell’Indipendenza nazionale: sventolano bandiere, palloncini e cartelli con frasi come “Grazie, grazie Frelimo, viva l’indipendenza”.

Cultura e diversità linguistica

slide 4

Il Mozambico è un paese multilingue, poiché raggruppa diversi idiomi nativi. Sebbene la popolazione parli circa 23 lingue, ne esiste solo una ufficiale – il portoghese – adottata durante la colonizzazione. Nella regione del Centro si parlano 6 lingue: Echuwabo, Cisena, Cishona, Cinyungwé, Cinyanja, Elomwé, due delle quali diffuse principalmente nella Provincia di Sofala. La diversità linguistica si manifesta a livello culturale nelle danze praticate dalle varie comunità.

Cultura e diversità linguistica

slide 5

Sono rappresentati strumenti musicali tradizionali. I ritmi composti da questi mezzi sonori fanno vibrare i corpi dei danzatori.

Cultura e diversità linguistica

slide 6

Associato all’arte culinaria e alimento tipico della regione, il miglio è coltivato in quasi tutto il territorio centrale, insieme alla manioca e alla patata dolce.

Economia

slide 7

A livello economico, la regione possiede molte ricchezze, come: risorse forestali e faunistiche; risorse ittiche; risorse minerarie (carbone); risorse idriche (centrale idroelettrica di Cahora Bassa); Parco Nazionale di Gorongosa; le fantastiche spiagge della regione.

Società

slide 8

Dal punto di vista sociale, il Mozambico ha superato con successo la soglia dell’analfabetismo. Infatti, se nel 1975 contava solo un’università e pochissime scuole di insegnamento primario, oggi quasi tutte le province offrono corsi universitari, nonché istituti privati di livello superiore e numerose scuole pre-universitarie, come quella di insegnamento primario.

Calamità naturali

slide 9

Per quanto riguarda questa tematica, la nostra regione, in particolare, è soggetta a piogge e inondazioni fra novembre e aprile, come testimoniano le immagini 9 e 10. Le conseguenze sono allagamenti dei campi e delle zone abitate, con la successiva interruzione o impraticabilità delle vie di accesso, che talvolta causa anche perdite di vite umane, di bestiame e di altre specie animali, oltre a vere e proprie devastazioni delle colture.

Calamità naturali

slide 10

Calamità naturali

slide 11

Un’altra calamità naturale meno comune nella regione è la siccità.

Conflitto per la terra

slide 12

Sebbene questo fenomeno sia piuttosto antico, le sue ripercussioni si manifestano ancora oggi. Attualmente, il dibattito è gestito del Ministero dell’Amministrazione Statale, dai consigli municipali e dalle autorità comunitarie.

Conflitto per la terra

slide 13

Il fenomeno si verifica anche fra uomini e animali: da un lato gli uomini svolgono le attività produttive in luoghi abitati dagli animali; dall’altro lato, gli animali devastano le coltivazioni, disseminando il panico fra la popolazione vicina.

La routine quotidiana dei bambini

slide 14

Esattamente come nelle altre città, anche Beira non è un’isola. Ogni giorno, al sorgere del sole, la preoccupazione principale dei bambini è alzarsi e prepararsi per andare a scuola, per imparare, sviluppare e praticare altre attività, anche con finalità ludiche. Si tratta di attività extrascolastiche, come dimostra l’immagine 15: giocano a palla, saltano la corda, ecc. Questa è la “routine quotidiana dei bambini”.

La routine quotidiana dei bambini

slide 15

SLIDE 16

Il Mozambico si estende su una superficie di 799.380 km2 e conta una popolazione di circa 20.366.795 abitanti, secondo il censimento del 2007. È diviso in 10 province, raggruppate a loro volta in tre regioni: Nord, Centro e Sud. La regione centrale è composta dalle province di Zambézia, Tete, Manica e Sofala.
Posizione geografica del Mozambico: Il Mozambico è situato nell’Africa Australe. Nord: Tanzania; Sud: Sudafrica e Swaziland; Est: è bagnato dall’Oceano Indiano; Ovest: Zimbabwe, Malawi, Zambia.
Indipendenza: Il Mozambico ha proclamato l’indipendenza nel 1975. Data: 25 giugno.
Bandiera: La bandiera nazionale ha 5 colori: verde, bianco, nero, giallo dorato e rosso. Raffigura anche un fucile, una zappa, una stella e un libro.
Significato dei colori e dei simboli: il colore verde simboleggia le ricchezze del suolo; il bianco ricorda la lotta del popolo mozambicano e la pace; il nero simboleggia il continente africano; il giallo dorato è il colore delle ricchezze del sottosuolo; il rosso simboleggia la resistenza secolare al colonialismo, la lotta armata di liberazione nazionale e la difesa della sovranità. La stella è il simbolo dello spirito di solidarietà internazionale del popolo mozambicano; il libro è sinonimo di sapere; la zappa ricorda il lavoro e la prosperità, mentre il fucile simboleggia la lotta armata.
Moneta: La moneta nazionale del Mozambico è il metical, coniato nel 1980 in memoria del massacro di Mueda, perpetrato il 16 giugno 1960 nella provincia di Cabo Delgado, Distretto di Mueda.
Fumetto/Storyboard: Questo fumetto è composto da una serie di immagini, illustrate sotto forma di disegni, accompagnate da un breve commento scritto, che ne descrive il soggetto raffigurato.

Giugno 2014

La Scuola 63 di Astana, Kazakhstan ha vinto il primo premio internazionale. Vai alla gallery! All'interno della sezione puoi scoprire i vincitori di ogni Paese, le menzioni speciali e guardare tutti i lavori.

Maggio 2014

Sono arrivati i lavori! Vai a scoprire tutti i bellissimi storyboard nella sezione Galleria.

Gennaio 2014

Prende il via l’edizione 2014 del progetto Schoolnet! I ragazzi delle scuole partecipanti di 14 Paesi: Alaska (USA), Algeria, Angola, Australia, Congo, Ghana, Indonesia, Kazakhstan, Mozambico, Norvegia, Pakistan, Timor-Leste, Ucraina, Venezuela sono invitati a raccontarci le loro tradizioni, il loro mondo e la loro cultura.