Benvenuti nel nostro Paese !

PGE school 14 group 1

Ucraina

Download pdf

SLIDE 1

slide 1

Ciao amici, come va? Mi chiamo Ivanko e abito nel villaggio ucraino di Radovychi, che sorge a sud-ovest della provincia della Volinia, nel distretto di Ivanychi. Siete pronti a un viaggio nel mio Paese? In questa fotografia potete vedere la mia scuola. Qui si studiano diverse materie, come matematica, lettura, lingua ucraina, disegno e musica. La mia materia preferita è educazione fisica.

SLIDE 2

slide 2

Il mio villaggio si trova su una collina, ai piedi della quale scorre il fiume Luga. Le piccole aree boschive nei pressi del villaggio sono bellissime da vedere. La fotografia ritrae un laghetto scavato dagli abitanti. Il mio villaggio mi piace tanto.

SLIDE 3

slide 3

Il nostro viaggio entra nel vivo. Ecco l’Ucraina, il mio Paese d’origine. L’Ucraina si trova nell’Europa orientale e ha una superficie di 603.628 km2. Confina con 7 Paesi e ha più di 48 milioni di abitanti.

SLIDE 4

slide 4

Tra i simboli nazionali ucraini troviamo la bandiera, lo stemma e l’inno.

SLIDE 5

slide 5

I simboli nazionali sono quelli più amati e rispettati; nel corso dei secoli hanno dato vita a tantissime canzoni e leggende. Nell’immagine si possono vedere i nostri simboli naturali: la palla di neve, la pervinca, la quercia, il tagete e il salice. Fin dai tempi remoti rappresentano la bellezza dell’Ucraina e la forza spirituale del suo popolo, testimoniandone l’amore per la patria.

SLIDE 6

slide 6

Gli animali che rappresentano il popolo ucraino sono la cicogna, il gallo, l’ape, il riccio, la mucca, il cavallo e altre specie simili. La cicogna è simbolo di bontà e amore, mentre il gallo è portatore dell’alba e del sole. Le api sono chiamate “insetti di Dio”, perché eseguono il compito assegnato da Dio.

SLIDE 7

slide 7

Nel territorio ucraino ci sono oltre 20.000 laghi, ma quello più profondo, con i suoi 58,4 metri, è lo Svitiaz. Il lago più grande, invece, è lo Yalpuh, che è anche il secondo lago d’acqua dolce in tutta Europa. Il lago Sinevir, infine, è uno dei più belli, tanto che è noto anche come “la perla dei Carpazi”. Si trova a 989 metri sul livello del mare.

SLIDE 8

slide 8

In questa immagine potete vedere un gallo, un animale da fattoria molto diffuso. Nelle nostre fattorie ci sono anche mucche, cavalli, oche e galline, animali che ci danno prodotti alimentari come latte, uova e carne.

SLIDE 9

slide 9

Tra i piatti tradizionali ucraini troviamo il boršč con i panini lievitati, i varenyki, le patate, gli involtini di cavolo stufati, le frittate e le frittelle di patate. Gli Ucraini sono particolarmente golosi di lardo, che viene prodotto in casa.

SLIDE 10

slide 10

Il popolo ucraino è noto fin dalla notte dei tempi per la sua maestria nell’arte del ricamo. Conosciamo oltre 65 punti di cucitura. Il ricamo è un’attività prevalentemente femminile: donne e ragazze ricamano camicie, canovacci e tanto altro. I ricami si differenziano di regione in regione, presentando motivi, dimensioni e colori diversi, sempre originali.

SLIDE 11

slide 11

Gli Ucraini hanno i loro usi e costumi, come l’usanza di intonare canti tradizionali per strada nel periodo di Natale. Alla sera, un gruppo di cantori gira per tutto il villaggio, augurando salute, felicità, fortuna e un buon raccolto per il nuovo anno.

SLIDE 12

slide 12

Un’altra festività molto sentita in Ucraina è la Pasqua. In questa occasione la famiglia si riunisce a pranzo per dipingere le uova e preparare i dolci pasquali; quindi si va tutti in chiesa a far benedire il cibo preparato. A Pasqua si usa salutarsi esclamando con gioia: “Cristo è risorto!”, e rispondendo con: “Alleluia, è risorto!”.

SLIDE 13

slide 13

Ecco la chiesa, il tempio di Dio, dove ci riuniamo ogni domenica e nelle ricorrenze più importanti. È qui che preghiamo, ringraziando l’Onnipotente per l’infanzia serena che ci concede.

SLIDE 14

slide 14

In estate, io e i miei amici ci divertiamo a nuotare nel laghetto e a raccogliere funghi e bacche nei boschi.

SLIDE 15

slide 15

Anche in inverno vale la pena passare di qui: il laghetto ghiacciato e i fiocchi di neve sono incantevoli. Ci piace fare i pupazzi di neve, scendere dalle colline sullo slittino e giocare a palle di neve.

Giugno 2014

La Scuola 63 di Astana, Kazakhstan ha vinto il primo premio internazionale. Vai alla gallery! All'interno della sezione puoi scoprire i vincitori di ogni Paese, le menzioni speciali e guardare tutti i lavori.

Maggio 2014

Sono arrivati i lavori! Vai a scoprire tutti i bellissimi storyboard nella sezione Galleria.

Gennaio 2014

Prende il via l’edizione 2014 del progetto Schoolnet! I ragazzi delle scuole partecipanti di 14 Paesi: Alaska (USA), Algeria, Angola, Australia, Congo, Ghana, Indonesia, Kazakhstan, Mozambico, Norvegia, Pakistan, Timor-Leste, Ucraina, Venezuela sono invitati a raccontarci le loro tradizioni, il loro mondo e la loro cultura.