Benvenuti nel nostro Paese

PGE school 17 group 1

Ucraina

Download pdf

Storia del mio villaggio

slide 1

Vivo in Ucraina, che è anche il posto in cui sono nata. Il mio Paese è il migliore e io lo amo, come amo il suo popolo. Vorrei che nel mondo vivessero tutti in pace e armonia.

DIAPOSITIVA 2

slide 2

Questa è la nostra bandiera. Ci sono due colori: l’azzurro rappresenta i cieli sereni, il giallo sta per i campi di grano maturo.

DIAPOSITIVA 3

slide 3

Il mio abbigliamento tradizionale consiste in una camicia ricamata, una gonna con nastri colorati e un corsetto.

DIAPOSITIVA 4

slide 4

Una particolarità degli abiti tradizionali ucraini è la ghirlanda da portare in testa, intrecciata di fiori come il papavero, la camomilla, la centaurea, la pervinca e il viburno. Le ghirlande vengono ulteriormente abbellite con nastri variopinti.

DIAPOSITIVA 5

slide 5

La palla di neve è il simbolo dell’Ucraina, il suo amuleto. Accanto a ogni casa cresce un arbusto di palla di neve. In Ucraina, la grazia femminile è paragonata fin dalla notte dei tempi alla bellezza di questo fiore.

DIAPOSITIVA 6

slide 6

Ecco la mia scuola. Io e i miei compagni veniamo qui per studiare e confrontarci con gli insegnanti. È sempre bello imparare cose nuove e interessanti.

DIAPOSITIVA 7

slide 7

Abito in un paesino molto caratteristico, circondato da boschi bellissimi. Nei boschi crescono pini e abeti, betulle e querce, viburni palla di neve, pioppi e frassini.

DIAPOSITIVA 8

slide 8

Nel paese in cui vivo scorre il Bug occidentale, un fiume molto grande. Nel fiume nuotano tanti pesci, come il luccio, la spigola, il pesce gatto e la carpa.

DIAPOSITIVA 9

slide 9

Nel mio paesino c’è anche un grande lago, che ha acque limpide e fredde. Il lago è profondo e in inverno non gela.

DIAPOSITIVA 10

slide 10

Vicino al fiume sorge l’Obelisco della Gloria, sui cui sono incisi i nomi dei soldati di confine che per primi combatterono contro i Nazisti nel 1941. A quei tempi in paese c’era un posto di blocco.

DIAPOSITIVA 11

slide 11

I bambini ucraini amano le vacanze di Capodanno, perché per l’occasione decoriamo l’albero di Natale, l’imperatore dei boschi. Did Moroz (Nonno Gelo), la versione ucraina di Babbo Natale, ci fa visita insieme alla Fanciulla delle Nevi, portando regali e dolci a tutti i bambini.

DIAPOSITIVA 12

slide 12

Passato Capodanno, non vedo l’ora che arrivi Natale. È una festa meravigliosa, piena di allegria. A Natale si celebra la nascita di Gesù Cristo. I bambini vanno di casa in casa intonando i tipici canti natalizi (koliadky e shchedrivky), facendo gli auguri a tutti quanti.

DIAPOSITIVA 13

slide 13

Anche la Pasqua mi piace, è una giornata davvero magnifica. Nei giorni precedenti, si preparano le krashanky (uova di Pasqua dipinte), le pysanky (uova di Pasqua decorate) e le paska (tradizionali torte pasquali). La paska è una torta lievitata con motivi floreali e decorazioni commestibili.

DIAPOSITIVA 14

slide 14

Nel nostro paese c’è anche una chiesa maestosa, dove i fedeli si riuniscono per pregare e ringraziare Dio.

Giugno 2014

La Scuola 63 di Astana, Kazakhstan ha vinto il primo premio internazionale. Vai alla gallery! All'interno della sezione puoi scoprire i vincitori di ogni Paese, le menzioni speciali e guardare tutti i lavori.

Maggio 2014

Sono arrivati i lavori! Vai a scoprire tutti i bellissimi storyboard nella sezione Galleria.

Gennaio 2014

Prende il via l’edizione 2014 del progetto Schoolnet! I ragazzi delle scuole partecipanti di 14 Paesi: Alaska (USA), Algeria, Angola, Australia, Congo, Ghana, Indonesia, Kazakhstan, Mozambico, Norvegia, Pakistan, Timor-Leste, Ucraina, Venezuela sono invitati a raccontarci le loro tradizioni, il loro mondo e la loro cultura.